Riserve di Parmigiano

Milano, redazione | 5 dicembre 2017

Più italiano della pizza e del gelato, la cui origine è contesa da più regioni del mondo, il parmigiano resta l’unico prodotto autenticamente locale. E non soltanto per il marchio DOP, che protegge gli alimenti dell’Unione Europea dalle specificità che derivano dal territorio, ma anche per la fama che ha prodotto una inesauribile capacità imitazione.
Il territorio, lo sappiamo, copre tutta la Pianura Padana fin sui colli di Parma, Reggio Emilia e Bologna. E’ questa la zona ricca di prodotti gourmet dove piccoli produttori hanno saputo nel tempo sviluppare con cura la propria impresa.

Ferrari Giovanni Spa è tra questi. Una piccola produzione casearia che nel tempo, dal 1823, ha colto le richieste e le sfide di nuovi consumatori sempre rimanendo al primo posto nell’eccellenza e oggi si può permettere di offrire al proprio pubblico un viaggio sensoriale ed educativo delle diverse stagionature o diversità di altitudine di provenienza del latte. E da quest’anno, propone addirittura un matrimonio gustativo con l’italianissima birra Poretti, più precisamente con la Pale Ale.
Così le confezioni presentate in anteprima a settembre al Cheese 2017, la manifestazione dedicata ai formaggi promossa e ideata dal colossale presidio di Slow Food, offrono degustazioni verticali di Parmigiano Reggiano Prodotto di Montagna, 24 mesi e 30 mesi di stagionatura e di Grana Padano, oltre 10 mesi e oltre 20. Va ricordato che il Grana Padano, giusto due anni fa, è stato giudicato il miglior formaggio della categoria da una giuria di esperti, la Cheese Award di Nantwich che ha motivato così la Medaglia D’Oro della categoria Formaggi Italiani Duri: “A sterling example of Italian hard cheese. Long matured, balanced flavour with a lovely caramel note and not too dry”. “Un ottimo esempio di formaggio duro italiano. A lunga maturazione, dal sapore equilibrato con una bella nota di caramello e non troppo asciutto”.
Il Parmigiano Reggiano Prodotto di Montagna è invece realizzato nel caseificio di Bedonia, nell’Alta Valtaro e proviene da mucche che vivono e si nutrono esclusivamente in ambiente montano.

A completamento delle novità di quest’anno, largamente distribuite anche nei principali supermercati, vi è la maxi degustazione: una bella confezione che contiene 11 pezzi con le differenti stagionature di Parmigiano Reggiano e Grano Padano a cui si aggiunge uno spicchio di pecorino Romano stagionato dieci mesi e due vasetti di miele biologico, due di salse dolci e piccanti e un condimento balsamico cui si aggiunge una piccola pubblicazione che guida il degustatore nei percorsi dell’aroma caseario. Occasione ideale per farsi, e condividere, un regalo veramente gourmand.

Tags: | | | | | |